NEWSLETTER!

Inserisci qui sotto la tua e-mail e sarai sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Inserisci QUI SOTTO la tua e-mail e riceverai tutti i nostri aggiornamenti!

martedì 28 luglio 2015

SUMMER FIRST FLOOR CHAT

L'estate è arrivata, e anche le temperature sahariane, ma mercoledì 29 luglio saremo ancora presso SPAZIO 2, che si trova in Via 24 Maggio al numero 51/53, a partire dalle 21.00.  La stanza in cui ci troviamo è al primo piano della palazzina sulla destra, dopo il depuratore che eroga l'acqua pubblica (praticamente all'altezza del SEXY SHOP sull'altro lato della strada). Qui - dopo la solita oretta di chiacchiere e socializzazione - porteremo avanti il nostro classico appuntamento settimanale all'insegna dell'informazione alternativa...
La prima fase del nostro esperimento estivo (questo, infatti, è il primo anno in cui ci diamo appuntamento anche durante l'estate) si è rivelata un grande successo e vi ringraziamo tutti per la partecipazione, tuttavia ad agosto andremo momentaneamente in pausa. I nostri incontri riprenderanno a settembre, ma nel frattempo non è detto che non ci organizzeremo per fare qualcosa anche nelle prossime settimane...

Quindi restate sintonizzati!

martedì 21 luglio 2015

SUMMER FIRST FLOOR CHAT

L'estate è arrivata, e anche le temperature sahariane, ma mercoledì 23 luglio saremo ancora presso SPAZIO 2, che si trova in Via 24 Maggio al numero 51/53, a partire dalle 21.00.  La stanza in cui ci troviamo è al primo piano della palazzina sulla destra, dopo il depuratore che eroga l'acqua pubblica (praticamente all'altezza del SEXY SHOP sull'altro lato della strada). Qui - dopo la solita oretta di chiacchiere e socializzazione - porteremo avanti il nostro classico appuntamento settimanale all'insegna dell'informazione alternativa...
I nostri appuntamenti informativi e alternativi non vanno in vacanza a luglio!

COMUNICATO STAMPA SULLA STORICA SENTENZA A FAVORE DELLE PERSONE TRANSESSUALI

La sentenza n. 15138/2015 della Corte di Cassazione, che peraltro è in sintonia con quella da poco espressa dalla Corte Europea dei Diritti Umani, stabilisce che anche in Italia le persone transessuali non sono obbligate alla rettificazione chirurgica per ottenere il cambio del nome e del genere sui documenti. Una sentenza a suo modo di portata storica, che è frutto della determinazione di Sonia Marchesi, una transessuale piacentina che non si è scoraggiata davanti alla risposta negativa del Tribunale di Piacenza e di quello di Bologna e che grazie agli avvocati della Rete Lenford (che più volte abbiamo portato al Festival del Diritto) è riuscita a cambiare le cose. Come associazione LGBT piacentina siamo particolarmente orgogliosi che tutto questo sia partito dalla nostra città, e soprattutto da una persona che si è tesserata presso di noi (e che forniremo quanto prima di una nuova tessera, che riporterà finalmente il nome e il genere che sente propri), dopo avere partecipato al nostro progetto di ritratti fotografici contro l'omotransfobia "Are You Rainbow?", qualche anno fa. Anche perchè tutto questo dimostra che - nonostante un clima non proprio progressista - anche una città come Piacenza può dare il suo contributo all'avanzamento dei diritti civili in Italia. Nel 1994 Piacenza venne scelta dal regista Alessandro Benvenuti per realizzare il film Belle al Bar, forse l'unico film italiano in cui il mondo transessuale era dipinto in maniera positiva e con una protagonista vincente(interpretata da Eva Robin's): è bello constatare che a vent'anni di distanza le protagoniste transessuali, a Piacenza, non sono più solo al cinema, ma sono diventate una realtà.
Congratulazioni a Sonia e alla Rete Lenford, quindi.

Arcigay Piacenza L.'A.T.OMO.

venerdì 17 luglio 2015

INTERVENTO DEL SINDACO DI PIACENZA SULL'AGGRESSIONE OMOFOBA DI LUGLIO

Pubblichiamo qui di seguito la risposta del Sindaco di Piacenza all'appello che abbiamo lanciato con il nostro comunicato stampa, a seguito del caso di omofobia che ha coinvolto il nostro consigliere Davide Bombini.
Ovviamente lo ringraziamo per la vicinanza e a solidarietà che ha voluto dimostrare.

Gentilissimi,
rispondo alla vostra lettera a qualche giorno di distanza dal gravissimo episodio di Gragnano, di cui non posso che condividere la più ferma condanna. Pubblicamente, a nome del Comune di Piacenza, lo ha già fatto l’assessora alle Pari Opportunità Giulia Piroli, esprimendo la posizione del sottoscritto e dei colleghi di Giunta – come credo abbiate letto su “Libertà” di martedì 14 luglio – nel riaffermare il valore del rispetto e l’inaccettabilità di qualsiasi discriminazione basata sull’orientamento sessuale della persona.


Il vostro impegno per tutelare il diritto di ciascuno a vivere i propri sentimenti, senza vergogna o paura, è prezioso non solo per le donne e gli uomini di cui difendete l’individualità, ma è importante per la collettività intera. Con questa stessa consapevolezza, l’Amministrazione comunale ha aderito alla rete Ready e sostenuto, come intendiamo continuare a fare, gli incontri organizzati da Arcigay, L’Atomo e Agedo in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia o nell’ambito del Festival del Diritto, per citare solo due esempi.


Vi ringrazio per l’equilibrio e la correttezza con cui avete saputo esprimere la vostra giusta indignazione in questa circostanza: un atteggiamento che contrasta in maniera ancor più evidente e stridente con la violenza, verbale e fisica, dell’aggressione di cui è stato vittima Davide Bombini. Quotidianamente, in costante relazione con la scuola e con l’associazionismo, lavoriamo per costruire una comunità più aperta e inclusiva; mi auguro che, passo dopo passo, si riesca a soffocare ogni residuo di intolleranza dovuto esclusivamente al rifiuto di ciò che è diverso, di ciò che è altro da sé. In questo percorso, il vostro supporto e la vostra sensibilità sono fondamentali.


Rinnovo la mia profonda solidarietà, come sindaco e come cittadino.


Paolo Dosi 

martedì 14 luglio 2015

SUMMER FIRST FLOOR CHAT

L'estate è arrivata, e anche le temperature sahariane, ma mercoledì 15 luglio saremo ancora presso SPAZIO 2, che si trova in Via 24 Maggio al numero 51/53, a partire dalle 21.00.  La stanza in cui ci troviamo è al primo piano della palazzina sulla destra, dopo il depuratore che eroga l'acqua pubblica (praticamente all'altezza del SEXY SHOP sull'altro lato della strada). Qui - dopo la solita oretta di chiacchiere e socializzazione - porteremo avanti il nostro classico appuntamento settimanale all'insegna dell'informazione alternativa...
I nostri appuntamenti informativi e alternativi non vanno in vacanza a luglio!

lunedì 13 luglio 2015

COMUNICATO STAMPA

Un consigliere della nostra associazione, Davide Bombini, ci ha riferito che nella notte tra venerdì 10 e sabato 11 luglio 2015 sì è consumato, nella provincia di Piacenza, un atto di omofobia nei suoi confronti. Davide si trovava con alcuni amici al festival Orzorock, che ospita concerti rock dal 1994 a Gragnano Trebbiense. Sul finale di serata si era seduto a chiacchierare con amici e con alcuni giovani del posto. Uno di questi, appreso l'orientamento sessuale del nostro consigliere,  si sarebbe lasciato andare a frasi ingiuriose nei suoi confronti, come "fr*cio di mer*a", "dovete morire tutti", "vi odio a voi fr*ci", "vattene da casa mia". A quel punto Davide avrebbe cercato di rispondere in maniera ironica, per smorzare i toni, a differenza di un suo amico che  avrebbe manifestato tutto il suo sdegno per le frasi omofobe. A quel punto sarebbe nata un'animata discussione, che avrebbe coinvolto altri amici del giovane gragnanese: uno di questi avrebbe spinto a terra Davide, dopodichè l'aggressione da verbale si sarebbe trasformata in fisica. In pochi istanti 4 o 5 ragazzi avrebbero provato a colpire a calci e pugni Davide e i suoi amici che, dal canto loro, non avrebbero risposto alla violenza con la violenza. Dopo alcuni minuti gli aggressori si sarebbero ritirati e fortunatamente non ci sarebbero stati feriti.
Arcigay L.'A.T.Omo esprime la propria vicinanza a Davide e il proprio rammarico per quanto accaduto, condannando l'aggressione. Chiediamo alle amministrazioni di Piacenza, della provincia di Piacenza e del Comune di Gragnano di esprimersi sull'accaduto e di valutare l'ipotesi di cercare degli strumenti che possano essere utilizzati per sensibilizzare al rispetto delle persone, a prescindere dal sesso, dell'orientamento sessuale, di genere e identità di genere.   Rinnoviamo il nostro invito affinché vengano intraprese azioni per scoraggiare il fenomeno di atti omofobici, transfobici e discriminatori nel nostro territorio, e soprattutto invitiamo chi abbia subito atti di questa natura a rivolgersi a noi e alle autorità, senza temere di rimanere isolati.
La situazione di odio verso le persone omosessuali, bisessuali e transgender  nel piacentino è anche  il frutto di decenni di colpevole silenzio di chi avrebbe la responsabilità di educare e formare le persone al rispetto della diversità. Non possiamo cedere alla violenza, non possiamo lasciare le persone sole di fronte all'ignoranza e al pregiudizio, e non possiamo  sorvolare sul fatto che le famiglie e le scuole dovrebbero essere dotate di strumenti efficaci per educare ragazzi e adulti al rispetto per il prossimo e condannare la violenza omofoba (e non solo).
L'odio verso chi è "diverso" da sé, che si tratti di orientamento sessuale come di provenienza geografica o colore della pelle, è sicuramente la manifestazione di un disagio personale dovuto all'abbandono da parte della società e delle istituzioni, che hanno il dovere di sopperire a tale mancanza.
Piacenza non è omofoba, non è razzista e non è indifferente. Costruiamo insieme una nuova cultura del rispetto.


lunedì 6 luglio 2015

SUMMER FIRST FLOOR CHAT

L'estate è arrivata, e anche le temperature sahariane, ma mercoledì 8 luglio saremo ancora presso SPAZIO 2, che si trova in Via 24 Maggio al numero 51/53, a partire dalle 21.00.  La stanza in cui ci troviamo è al primo piano della palazzina sulla destra, dopo il depuratore che eroga l'acqua pubblica (praticamente all'altezza del SEXY SHOP sull'altro lato della strada). Qui - dopo la solita oretta di chiacchiere e socializzazione - porteremo avanti il nostro classico appuntamento settimanale all'insegna dell'informazione alternativa...

I nostri appuntamenti informativi e alternativi non vanno in vacanza a luglio!