NEWSLETTER!

Inserisci qui sotto la tua e-mail e sarai sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Inserisci QUI SOTTO la tua e-mail e riceverai tutti i nostri aggiornamenti!

mercoledì 24 dicembre 2014

AUGURI

Con l'arrivo di queste feste si chiude per Arcigay Piacenza un anno carico di emozioni. Nel 2014 la nostra (vostra) associazione del cuore ha compiuto 10 anni. 10 anni spesi con passione e amore a cercare di accendere una lampadina in uno spazio buio. Tante le iniziative promosse. A volte con successo, a volte sbagliando. Ma sempre mettendoci il cuore. Per cercare con i nostri scalpelli di abbattere le imponenti mura che dividono questa nostra società. Per cercare di creare un mondo dove la differenza non è una minaccia, ma un arricchimento. Abbiamo aiutato persone in difficoltà, abbiamo promosso iniziative di educazione sociale per la nostra amata città, abbiamo interlocuito con le istituzioni cercando anche di puntare i riflettori su realtà che altrimenti sarebbero rimaste confinate al silenzio. Noi siamo gente comune che dedica parte del suo tempo al volontariato e quindi, talvolta, ci è anche capitato di fare passi falsi, ma tante sono state le soddisfazioni, date da un semplice sorriso, un "grazie", una parola che ci avete detto al momento giusto. E quindi ci lanciamo nell'anno nuovo con la voglia di non arrenderci a questo Stato che uccide la dignità delle persone. Con nuove idee, nuove braccia, nuove menti e nuovi cuori. Perchè noi davvero crediamo che a Piacenza batta un cuore rainbow e vogliamo dimostrarlo. Con amore e semplicità come abbiamo sempre fatto. Quindi auguriamo alla nostra amata città e a chi ci segue un Natale che sia di amore, non solo a parole, ma anche con i fatti e un 2015 in cui ogni persona possa trovare o mantenere la propria strada. Continuate a seguirci, perchè questi 10 anni sono solo l'inizio e il meglio deve ancora venire. 


Buon Natale e buon 2015 da Arcigay Piacenza L.'A.T.OMO.

sabato 13 dicembre 2014

SALUTI E BACI

Ciao a tutti e a tutte!
Siccome martedì 16 dicembre è l'ultimo in cui possiamo usufruire di SPAZIO 4 prima delle feste abbiamo deciso di anticipare un po' il nostro tradizionale appuntamento dedicato ai saluti e agli auguri... Quindi se volete partecipare siete i benvenuti.
IMPORTANTE: siccome non sappiamo in quanti saremo sarebbe cosa buona e giusta se ciascuno portasse qualcosa da bere, mangiare o sgranocchiare...
L'appuntamento è quindi per martedì 16 alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.

martedì 9 dicembre 2014

COMUNCATO STAMPA SUL 6 DICEMBRE



Sabato 6 dicembre, per la prima volta, i Sentinelli sono arrivati a Piacenza per contromanifestare alle più note Sentinelle in Piedi, che da circa un anno si sentono in dovere di contrastare l'eccessiva deriva “gay friendly” del nostro paese e della nostra politica. Deriva che, nei fatti,  in Italia non ha ancora prodotto nessuna delle  tanto temute leggi che in buona parte del mondo occidentale si danno per scontate da diversi anni. Come Arcigay, a Piacenza, avevamo già organizzato iniziative di sensibilizzazione in occasione dei raduni delle Sentinelle in Piedi, ma vorremmo precisare che – in questa occasione - abbiamo semplicemente aderito alla manifestazione organizzata da i Sentinelli,  che è stata messa in piedi e gestita in completa autonomia. E questo, secondo noi, è un dato importante, perchè vuol dire che le tante persone che hanno voluto contribuire alla manifestazione con la loro presenza, lo hanno fatto soprattutto come privati cittadini e non per senso di appartenenza a questa o a quella associazione, anche se diverse realtà associative della città erano ben riconoscibili (a partire dall'Unione degli Studenti). Un altro dato che ci sembra molto interessante è che il taglio spontaneo, allegro, colorato e “giovane” della manifestazione de i Sentinelli era in netto contrasto con quello delle Sentinelle in  Piedi, mettendo in luce che - forse – le differenze fra i due gruppi non erano solo nei  messaggi che hanno voluto veicolare, ma anche di tipo generazionale e di approccio alla vita in generale. Quello che ci ha stupito di più, in effetti, è stata proprio la grande adesione ad una manifestazione messa in piedi nel giro di una settimana, senza che ci fossero alle spalle realtà ramificate, appoggi importanti e marchi depositati, come nel caso delle Sentinelle.  E questo dal nostro punto di vista è sicuramente un segnale positivo per questa città, che fa ben sperare per il futuro.
Certo dispiace sapere che un occasione di confronto come questa sia stata rovinata da alcuni tafferugli presso la postazione delle Sentinelle, peraltro partiti da esponenti di estrema destra già noti alle forze dell'ordine. Per quel che ci riguarda prendiamo le distanze da ogni forma di violenza e manifestiamo la nostra solidarietà a chi è rimasto vittima di questo sgradevole episodio.

domenica 7 dicembre 2014

AVVISO E ANTEPRIMA

Ciao a tutti e a tutte,
come sapete generalmente i nostri incontri sono fissati ogni martedì a SPAZIO 4, ma questa settimana non saremo a SPAZIO 4, bensì presso un banchetto informativo che allestiremo nel CINEMA JOLLY 2 (Via Emilia 7/a - San Nicolo (PC) - Tel. 0523/760541) in occasione della proiezione in anteprima del film PRIDE (U.K. 2014).
Basato su una storia vera, il film è ambientato in piena era Thatcher, durante lo storico sciopero dei minatori inglesi del 1984. Degli attivisti del movimento gay, spinti dalla solidarietà verso chi, come loro, lotta contro il sistema, decidono di raccogliere fondi per gli scioperanti del Galles. I minatori, però, accolgono con diffidenza l'iniziativa, considerando il sostegno di lesbiche e gay inopportuno e imbarazzante. Ma l’incontro fra i due mondi, difficile per non dire esplosivo, si trasformerà in un'entusiasmante amicizia.

L'appuntamento è per Martedì 9 dicembre alle ore 21.30.

lunedì 1 dicembre 2014

DISCUSSION TIME 5

Ciao a tutti e a tutte, come va?
A grande richiesta abbiamo deciso di proporre delle serate in cui al centro ci sarete voi e le vostre opinioni. Vi proporremo fatti di cronaca, video e articoli sui quali ciascuno di voi avrà modo di esprimersi e confrontarsi. Perchè discutere e aggiornarsi è importante, ma i luoghi per farlo seriamente, senza distrazioni e in tranquillità scarseggiano...
Da noi si può.
Il nuovo appuntamento è fissato per martedì 2 Dicembre alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza. Non mancate.

giovedì 27 novembre 2014

UN LIMONE CONTRO L'OMOFOBIA 2

Ciao a tutti e ciao a tutte.
In vista del primo dicembre (Giornata Internazionale della Lotta all'AIDS), per ricordare che anche sotto le feste l'omofobia è un problema che non va sottovalutato e per festeggiare la pronuncia della Procura di Udine, che ha stabilito che i Prefetti non possono e non devono intervenire per bloccare la trascrizione dei matrimoni gay contratti all'estero, abbiamo deciso di riproporre la nostra iniziativa UN LIMONE CONTRO L'OMOFOBIA (assieme ad Amnesty International e AGEDO).
Ci troveremo sabato 29 Novembre a partire dalle ore 15.30 in Via XX Settembre a Piacenza, nei pressi di Piazzetta San Francesco, con un tavolino dove - oltre ad offrire preservativi e materiale informativo - distribuiremo i nostri ormai celebri limoni contro l'omofobia.
Le vostre offerte serviranno a portare avanti la nostra battaglia contro l'omofobia nella nostra città.
Accorrete numerosi!

domenica 23 novembre 2014

DISCUSSION TIME 4

Ciao a tutti e a tutte, come va?
Visto il grande successo e la grande partecipazione abbiamo deciso di ritoccare il nostro programma degli incontri del martedì e di continuare a proporre delle serate in cui al centro ci sarete voi e le vostre opinioni. Vi proporremo fatti di cronaca, video e articoli sui quali ciascuno di voi avrà modo di esprimersi e confrontarsi. Perchè discutere è importante, ma i luoghi per farlo seriamente, senza distrazioni e in tranquillità scarseggiano...
Da noi si può.
Il nuovo appuntamento è fissato per martedì 24 Novembre alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza. Non mancate.

domenica 16 novembre 2014

DISCUSSION TIME 3

Ciao a tutti e a tutte, come va?
Visto il grande successo e la grande partecipazione abbiamo deciso di ritoccare il nostro programma degli incontri del martedì e di continuare a proporre delle serate in cui al centro ci sarete voi e le vostre opinioni. Vi proporremo fatti di cronaca, video e articoli sui quali ciascuno di voi avrà modo di esprimersi e confrontarsi. Perchè discutere è importante, ma i luoghi per farlo seriamente, senza distrazioni e in tranquillità scarseggiano...
Da noi si può.
Il nuovo appuntamento è fissato per martedì 18 Novembre alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza. Non mancate.

sabato 8 novembre 2014

DISCUSSION TIME 2

Ciao a tutti e a tutte, come va?
A grande richiesta abbiamo deciso di proporre delle serate in cui al centro ci sarete voi e le vostre opinioni. Vi proporremo fatti di cronaca, video e articoli sui quali ciascuno di voi avrà modo di esprimersi e confrontarsi. Perchè discutere è importante, ma i luoghi per farlo seriamente, senza distrazioni e in tranquillità scarseggiano...
Da noi si può.
Il secondo appuntamento è fissato per martedì 11 Novembre alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.
Non mancate.

venerdì 24 ottobre 2014

DISCUSSION TIME

Ciao a tutti e a tutte, come va?
A grande richiesta abbiamo deciso di proporre delle serate in cui al centro ci sarete voi e le vostre opinioni. Vi proporremo fatti di cronaca, video e articoli sui quali ciascuno di voi avrà modo di esprimersi e confrontarsi. Perchè discutere è importante, ma i luoghi per farlo seriamente, senza distrazioni e in tranquillità scarseggiano...
Da noi si può.
Il primo appuntamento è fissato per martedì 28 ottobre alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.
Non mancate.

giovedì 16 ottobre 2014

FACCIAMO IL PUNTO

Ciao a tutti e a tutte.
Finalmente ripartono i nostri incontri a SPAZIO 4... Chi siamo? Cosa abbiamo in serbo per voi?  Qual è la situazione in cui ci muoveremo? Da dove possiamo ripartire? Cosa possiamo fare per Piacenza?


Venite a scoprirlo con noi...

Martedì 21 ottobre, alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.

domenica 28 settembre 2014

PRESENTAZIONE IN BIBLIOTECA

Ciao a tutti e a tutte.
Come ogni anno anche questo autunno partecipiamo alla rassegna UN FILM DA RACCONTARE organizzata dalla Biblioteca Passerini Landi di Piacenza, e questa volta lo faremo presentando il film MAMBO ITALIANO (Canada, 2003).
L'appuntamento è per giovedì 2 ottobre alle ore 18.00 presso la Sala Balsamo della Biblioteca, in Via Carducci 14 a Piacenza.
Accorrete numerosi!

giovedì 25 settembre 2014

FESTIVAL DEL DIRITTO 2014

Ciao a tutti e a tutte.
Il Festival del Diritto di Piacenza è giunto ormai alla settima edizione, e anche quest'anno siamo riusciti a  proporre un incontro che è stato inserito nel programma partecipato. Questa volta parleremo di...

MATRIMONI GAY: LA TRASCRIZIONE IN ITALIA COME FORMA DI PARTECIPAZIONE INTERNAZIONALE


DOMENICA 28 SETTEMBRE ALLE ORE 9,30 presso

Palazzo Rota Pisaroni (Salone d’Onore)
Via Sant'Eufemia 13 (di fronte all'Auditorium della Cassa di Risparmio)

intervengono
DOMENICO ALFARONE, CLAUDIO BOCCINI, VALERIANO SCASSA

L’Italia resta uno dei pochi Paesi occidentali senza una legge che riconosca le unioni omosessuali. Alcune coppie, sposate all’estero, hanno intrapreso una battaglia per la trascrizione del loro status nei propri comuni di residenza. Il caso della prima coppia gay italiana a riuscire in questa impresa sarà oggetto di approfondimento nel corso dell’incontro.

Claudio Boccini è l'avvocato che è riuscito a fare trascrivere per la prima volta un matrimonio gay contratto all'estero presso il Comune di Grosseto, creando un precedente che ha aperto le porte alle trascrizioni di diversi matrimoni in vari Comuni italiani.


L'incontro è stato inserito alle ore 9.30 di domenica 28 settembre, ma vista l'importanza dell'argomento confidiamo che accorrerete numerosi.

venerdì 12 settembre 2014

LIMONI PER TUTTI

Ciao a tutte e a tutti.
Generalmente la nostra nuova stagione di attività riparte con il FESTIVAL DEL DIRITTO che si tiene a Piacenza a fine settembre e alquale participiamo con almeno un incontro. Questa volta, però, partiremo in anticipo, e in concomitanza con TENDENZE, il festival musicale (e non solo) giovanile di Piacenza, che quest'anno si tiene a SPAZIO 4 (in Via Manzoni 21) dal 12 al 14 settembre.
Questa volta proponiamo anche un'iniziativa molto speciale, e cioè UN LIMONE CONTRO L'OMOFOBIA...
In cosa consiste? Voi vi procurate uno dei nostri limoni speciali (i nostri sono gli unici con l'adesivo "VALE UN LIMONE") con un'offerta minima di un euro e potrete poi regalarlo a una persona a cui volete bene, che per voi è speciale o a cui avreste sempre voluto dare un limone di altro tipo e non avete mai avuto il coraggio di farlo...
Volete condannare gli atti di omofobia che hanno recentemente attraversato Piacenza e provincia? Volete farvi sentire per appianare le differenze di diritti tra le persone? Volete o non vuoi un limone?!? Vieniteci a trovare al banchetto congiunto con i ragazzi di Moustaches!  
Per affermare, insieme, che esiste una Piacenza contemporanea, sensibile ai temi dei diritti civili e dell'uguaglianza tra i cittadini.

venerdì 27 giugno 2014

AGGIORNAMENTO

A seguito di alcuni problemi logistici la nostra associazione si recherà al Gay Pride di Milano dividendosi fra le auto dei soci, quindi non ci daremo appuntamento alla stazione di Piacenza come precedentemente annunciato. Questo ovviamente non vuol dire che la vostra presenza al corteo sarà meno importante.
Alla prossima.

lunedì 23 giugno 2014

GAY PRIDE 2014

Ciao a tutti e a tutte,
come dovreste sapere il 28 giugno si celebrano i moti di Stonewall, che nel 1969 diedero il via al movimento di liberazione omosessuale, e che culminano con i cortei del Gay Pride. Quest'anno in Italia non si tiene un Gay Pride nazionale, ma vari cortei nelle aree metropolitane più importanti. Il 28 giugno quest'anno cade proprio di sabato e chi volesse partecipare da Piacenza senza allontanarsi troppo può scegliere fra Milano e Bologna.
Se volte andare a Milano vi ricordiamo che il corteo parte da Piazza Duca D'Aosta (di fronte alla stazione centrale) alle ore 17.00, quindi se vi spostate in treno l'ultimo che potete prendere da Piacenza per arrivare in tempo utile è quello delle 15.51. Per il ritorno a Piacenza l'ultimo treno che potete prendere da Milano è quello delle 22.15 (oppure quello delle 23.17, ma è un intercity e parte da Milano Porta Garibaldi).
Se invece preferite andare al Gay Pride di Bologna il corteo parte alle ore 16.30 dai giardini del Cavaticcio (presso Arcigay Cassero, che si trova in Via Manzoni 21).
Quindi in questo caso l'ultimo treno che parte da Piacenza e vi permette di arrivare in tempo utile a Bologna è quello delle 14.14, mentre l'ultimo treno da Bologna per Piacenza è alle ore 21.28.

Buon Pride.

venerdì 23 maggio 2014

GIORNATA CONTRO L'OMOFOBIA 2014 - IL VIDEO

Ciao a tutti e a tutte.
Forse vi sarete chiesti com'è andata la nostra iniziativa in Largo Battisti lo scorso 17 maggio... Qui di seguito potete farvene un'idea...
Grazie davvero alle 69 (nuove) persone che hanno voluto farsi fotografare per dire NO all'omofobia. Sommate alle 47 che abbiamo fotografato il 15 marzo ci fanno arrivare alla notevole cifra di 116 persone che hanno voluto diventare testimonial della nostra personale campagna contro l'omofobia...
E non è poco. Grazie ancora e alla prossima.

martedì 13 maggio 2014

RETTIFICA!

Ciao a tutti e a tutte!
Cambio di programma per il nostro presidio del 17 maggio!
Avevamo tutti i permessi in ordine, tutti i bolli pagati, gli accordi con la digos e tutto il resto, ma siccome siamo sotto elezioni pare che non valga più il detto "chi primo arriva bene alloggia", perchè le autorità preposte ci hanno gentilmente invitati a cambiare collocazione visto che in Piazzetta San Francesco avrà luogo un comizio politico (peraltro di una corrente non proprio favorevole alle rivendicazioni LGBT). Noi avevamo chiesto lo spazio prima, ma a quanto pare in periodo elettorale non fa testo.  
Alla fine ci hanno spostato in Largo Battisti (all'inizio di Corso Vittorio Emanuele), nella speranza che a qualche altro partito non vengano strane idee....


In ogni caso noi vi aspettiamo sempre! 
Spargete la voce!

lunedì 12 maggio 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e a tutte.
Quest'anno per la Giornata Internazionale contro l'OMOFOBIA abbiamo voluto voluto fare le cose in grande, e collaborando col Comune di Piacenza (e con l'Assessorato alle Pari Opportunità, che ha aderito alla rete RE.A.DY delle Amministrazioni contro le discriminazioni) abbiamo preparato anche la proiezione del documentario IL LUPO IN CALZONCINI CORTI, per affrontare il tema delle famiglie omogenitoriali. L'appuntamento è all'Auditorium Sant'Ilario in Via Garibaldi alle ore 21.00 di venerdì 16.
Non mancate!

sabato 10 maggio 2014

GIORNATA CONTRO L'OMOFOBIA 2014

Ciao a tutti e a tutte!
In occasione della Giornata Internazionale contro l'OMOFOBIA quest'anno abbiamo deciso di ripetere l'iniziativa dello scorso 15 marzo, e cioè di trasformare tutti coloro che lo desiderano nei volti della nostra personale campagna contro l'omofobia.
In poche parole, a partire dalle 16.00 di sabato 17, allestiremo un piccolo spazio in Piazzetta San Francesco a Piacenza, dove daremo la possibiltà a tutti coloro che lo vorranno di farsi un fotoritratto davanti al nostro cartellone e con in mano il nostro mazzo di fiori arcobaleno, ovviamente sfoderando un bel sorriso.
Queste foto verranno poi diffuse su internet e, se ne avremo fatte a sufficienza, potremo anche realizzare un video da condividere su youtube (come abbiamo già fatto, e se non ci credete CLICCATE QUI).
Cercate di spargere la voce e di coinvolgere quante più persone possibili, perchè ovviamente più siamo e meglio è!




martedì 29 aprile 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e a tutte.
Martedì 6 maggio dedicheremo una serata alla storia di Adriano e Antinoo e al contesto in cui si è mosso uno dei primi grandi amori omosessuali conclamati della storia, illustrata dalla nostra volontaria Marta.
L'appuntamento è alle 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.

martedì 1 aprile 2014

AVVISO!

Ciao a tutti e a tutte!
Vi informiamo che per il mese di aprile i nostri appuntamenti a SPAZIO 4 sono tutti spostati al giovedì (visto che presenteremo una rassegna di lungometraggi dedicata al delicatissimo tema dell'AIDS).

domenica 23 marzo 2014

CONGRATULAZIONI!

Ciao a tutti e a tutte,
siamo lieti di annunciarvi che la nostra socia, nonchè membro del nostro direttivo, nonchè referente AGEDO (associazione GEnitori Di Omosessuali) per Piacenza, Rita Mura (che qui sotto vedete assieme al motivo per cui è una mamma AGEDO) è entrata ufficialmente anche nel direttivo di AGEDO nazionale. Conoscendo la sua caparbietà e la sua determinazione nel portare avanti la causa LGBT siamo sicurissimi che saprà farsi valere.
E, ovviamente, siamo anche orgogliosi di averla scoperta per primi.

sabato 22 marzo 2014

APPUNTAMENTO

CIao a tutti e a tutte,
terzo e ultimo appuntamento con il ciclo di incontri che la nostra vulcanica volontaria Marta ha voluto dedicare alla storia delle tematiche omosessuali nella letteratura, che stavolta dedicherà agli anni più vicini a noi.
NON POTETE MANCARE!

mercoledì 19 marzo 2014

VIDEO

Ciao a tutti e a tutte,
vi siete persi la nostra contromanifestazione del 15 marzo? Non avete ben capito perchè abbiamo voluto farla? Tutte le risposte alle vostre domande sono in questo video...

domenica 16 marzo 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e a tutte,
ormai è ai nastri di partenza anche la seconda puntata della serie di incontri sulla storia della letteratura a tema omosessuale che ci presenta la nostra certosina volontaria Marta...
NON POTETE MANCARE!

giovedì 13 marzo 2014

INIZIATIVA

Presso l'incrocio fra il Pubblico Passeggio e Corso Vittorio Emanuele II (angolo Liceo Scientifico)

Ore 16.30/18.00 – 15 marzo 2014

In occasione della manifestazione delle “Sentinelle in piedi”, che si oppone
all'approvazione della legge contro l'omofobia e transfobia,
Arcigay Piacenza L'A.T.OMO., Agedo Piacenza, Famiglie Arcobaleno
e Amnesty International gruppo di Piacenza:

 sostengono la necessità di contrastare con una legge specifica omofobia e
transfobia;
 sostengono l'introduzione di leggi che estendano a tutti i diritti in materia di
unioni e famiglia, oggi garantiti solo alle persone eterosessuali;
 si oppongono alla disinformazione che vuol far passare la legge come
“liberticida” e che addirittura nega l'esistenza dell'omofobia.

COSA DICONO LE “SENTINELLE IN PIEDI”
 confondono i reati con le opinioni, affermando che difendere la famiglia
tradizionale, opporsi al matrimonio gay, o dire che un bambino ha bisogno di un
padre e di una madre potrebbero essere punibili con il carcere;
 negano l'esistenza dell'omofobia e transfobia, a fronte delle violenze, fisiche e
psicologiche, e delle discriminazioni documentate dalla cronaca e dai rapporti
delle associazioni e degli organi istituzionali.

COSA DICE LA LEGGE

La legge sull'omofobia e transfobia, approvata alla Camera il 19 settembre 2013 e
ancora da approvare in Senato,
 estende la legge Mancino del 1993, che prevede aggravanti per reati di
discriminazione, odio o violenza per motivi razziali, etnici, nazionali, religiosi, ai
reati fondati sull’omofobia o sulla transfobia;

tuttavia:

 introduce un emendamento specifico per garantire la libertà di espressione, che
si applica non solo ai nuovi reati di omofobia e transfobia ma a tutti quelli
precedentemente oggetto della legge:
“non costituiscono discriminazione, né istigazione alla discriminazione, la libera espressione e
manifestazione di convincimenti od opinioni riconducibili al pluralismo delle idee, purché non
istighino all’odio o alla violenza, né le condotte conformi al diritto vigente.”
 a maggior tutela, introduce un ulteriore emendamento che difende le
discriminazioni operate all'interno di organizzazioni:
“non costituiscono atti di discriminazione le condotte delle organizzazioni di natura politica,
sindacale, culturale, sanitaria, di istruzione ovvero di religione o di culto.”

Questo è un indebolimento della legge, che si estende anche ai reati fondati su
motivi razziali, etnici e religiosi, che è stato criticato da chi chiede maggiori diritti
per le persone LGBT, mentre dovrebbe favorire chi li vuole negare.

La difesa della libertà di espressione appare quindi un pretesto per negare libertà e
diritti, pretendendo che tutti si uniformino agli usi e ai valori imposti da una cultura o
una religione.

Le nostre associazioni propongono un presidio simbolico (e informativo) e se vorrete venire a farci compagnia per sottolineare il vostro appoggio alla lotta all'omofobia e transfobia sarete i benvenuti.
Più siamo, ovviamente, e meglio è.
Parallelamente al nostro presidio vogliamo proporvi una seconda iniziativa:

UN FIORE CONTRO L'OMOTRANSFOBIA - LA NEGAZIONE UCCIDE

In poche parole al nostro banchetto vi offriamo la possibilità di SOSTENERE la nostra causa facendovi fare una foto mentre tenete in mano un mazzo di FIORI con i colori della bandiera ARCOBALENO. Queste foto verranno diffuse su internet serviranno a provare che siete persone che non hanno pregiudizi nei confronti delle persone omosessuali e transessuali, e che siete d'accordo con l'approvazione di una LEGGE CONTRO L'OMOTRANSFOBIA.

La nostra speranza è che sarete in tanti e che potremo dare prova che non tutti la pensano come le Sentinelle in Piedi.

Ovviamente vi preghiamo di diffondere la notizia e di portare più gente possibile.

mercoledì 12 marzo 2014

COMUNICATO STAMPA

A seguito della proposta di un questionario per monitorare la percezione dell'omosessualità nelle scuole superiori di Piacenza, da parte del Comune (entrato a luglio nella rete RE.A.DY), tutti media locali hanno dato ampio risalto alle polemiche che sono seguite in Consiglio Comunale.
Potete farvene un'idea cliccando QUI (Libertà online), QUI (Piacenza Sera) e QUI (Piacenza 24).
Visto che - tanto per cambiare - si sta facendo una gran confusione, il nostro comunicato stampa congiunto, a cui stranamente hanno dato tutti ampio rilievo, cerca di mettere un po' in chiaro le cose.


Lascia molto perplessi la reazione di disdegno di una certa parte del nostro Consiglio Comunale, a seguito della proposta di un questionario sul tema dell'omosessualità per gli istituti superiori della nostra città. 

Riordiniamo le idee: dal 2006 è attiva sul territorio nazionale la rete RE.A.DY. (Rete Anti Discriminazione), un progetto che – partendo da Roma e Torino – si propone di collegare le amministrazioni pubbliche (Comuni, Provincie e Regioni) che si impegnano a contrastare attivamente l'omofobia e la transfobia, anche nelle scuole. Questo progetto agisce in linea con le linee guida nazionali e internazionali in fatto di lotta alla discriminazione, tant'è che collabora attivamente con l'UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), istituito dal Dipartimento delle Pari Opportunità. Detto questo il Comune di Piacenza è entrato a far parte della rete RE.A.DY., sottoscrivendo la sua carta d'intenti, con la delibera 186 del 16-7-2013, alla quale non ci risulta che in Consiglio Comunale siano seguite polemiche di alcun tipo. 

Adesso che però questa adesione inizia ad attivarsi, con un'iniziativa peraltro portata avanti in molte altre realtà territoriali, (e cioè un questionario per verificare come viene percepita l'omosessualità dai giovani - maggiorenni - delle scuole superiori), in Consiglio Comunale c'è stata una repentina alzata di scudi. La cosa che più ci lascia perplessi è che per giustificare questa reazione ci si appiglia alla terminologia utilizzata in una domanda legata, appunto, agli insulti (molti dei quali, peraltro, sono meno offensivi di quelli che tutti possono leggere su alcune panchine e su alcuni muri della nostra città) e sul fatto che si propone di compilare il questionario senza aver prima orientato gli studenti sulle risposte da dare (cosa che priverebbe il suddetto questionario di qualsiasi valore statistico). La nostra sensazione è che da un parte questo questionario faccia paura perché rischia di mettere in luce una realtà di cui nessuno – in questa città - ha mai voluto parlare prima, e dall'altra perché costituirebbe un pericoloso precedente in una città storicamente arroccata su posizioni conservatrici e reazionarie. 

Finora questo questionario, elaborato da AGEDO (Associazione Genitori di Omosessuali) è stato distribuito nelle scuole dei Comuni di Verbania, Domodossola, Villadossola, Omegna, Stresa, e Arona. Da quest'anno verrà proposto anche nelle scuole di Torino, Asti e – se tutto va bene – Piacenza. Con una sostanziale differenza: Piacenza sarebbe il primo caso in cui questo questionario viene proposto direttamente dal Comune, il che – se vogliamo – potrebbe essere anche un motivo di vanto per la nostra Amministrazione, e per un Assessore con delega alle Pari Opportunità che sta facendo il suo dovere, peraltro seguendo le direttive di una delibera votata in Consiglio. Vorremmo ricordare che iniziative di sensibilizzazione nelle scuole avvengono anche in molte città italiane, anche se in modalità diverse e attraverso la collaborazione diretta fra gli istituti e le associazioni LGBT, con risultati apprezzabili nella lotta all'omofobia e al bullismo scolastico. 

Per tutti questi motivi questa reazione ci sembra sinceramente scomposta e immotivata. D'altra parte, per citare il teologo Giannino Piana, già presidente dell'Associazione Italiana Teologi Moralisti: “L’omofobia ha le sue radici in un inconscio (e in un immaginario) collettivo le cui resistenze non sono facili da debellare”. Giannino Piana ha scritto l'introduzione all'opuscolo che illustra i primi risultati del suddetto questionario, e se dal suo punto di vista non contiene nulla di inopportuno forse il problema non è nel questionario, ma in in chi lo critica.


Arcigay L.'A.T.OMO. Piacenza

Agedo Piacenza

Famiglie Arcobaleno Piacenza


P.S. Per gli interessati l'opuscolo con i primi risultati del questionario si può scaricare gratuitamente all'indirizzo http://www.agedoverbania.it/wp-content/uploads/2013/05/se-io-fossi-tu.pdf

domenica 9 marzo 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e a tutte,
martedì 11 marzo dedicheremo la nostra tradizionale serata culturale del martedì al primo di tre appuntamenti letterari, animati dalla nostra volontaria Marta...

sabato 1 marzo 2014

APPUNTAMENTO

In un periodo storico in cui tanti giovani italiani di talento hanno scelto di emigrare per trovare l’occasione di realizzarsi in nazioni dove i meriti sono riconosciuti ,  sono soprattutto i giovani LGBT  a cogliere l’occasione per costruirsi  una vita diversa  e su basi più solide... Visto che dal punto di vista LGBT il clima italiano è quello che è.

Per approfondire questo argomento abbiamo pensato di intervistare telefonicamente due giovani piacentini che da diversi anni  vivono e lavorano a Londra.

Riccardo e Pamela sono un coreografo e una grafica di successo, e ci racconteranno la loro esperienza e come vivono la loro dimensione LGBT  nella capitale del Regno Unito.

NON MANCATE !!!

L'appuntamento è martedì 4 marzo presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.

P.S. Ovviamente, essendo un incontro a base di collegamenti telefonici e  connessioni internet non siamo responsabili di eventuali imprevisti e problemi tecnici.

giovedì 27 febbraio 2014

SEGNALAZIONE

Ciao a tutte e a tutti.
Nella nostra casella di posta elettornica è arrivata la seguente segnalazione:

"Buongiorno, scrivo a voi perchè non so come muovermi rispetto a quello che mi è accaduto la settimana scorsa quì a Piacenza. Premetto che sono circa 4 anni che non vivo quì e che non frequento i locali di questa città.
Sabato scorso alcuni miei amici mi consigliano di provare il Circolo Boeri.
Dopo aver cenato insieme, io e un mio amico (che di solito esce a Milano) decidiamo quindi di andare al Boeri e ci mettiamo in fila. Arrivati davanti all'entrata la sicurezza ci intima a compilare un documento con i nostri dati per la consegna della tessera.
Finito di compilare, ci rechiamo nuovamente davanti all'entrata e a questo punto ci dicono che non è possibile entrare senza aver prima compilato l'iscrizione on-line. Alle 2.30 di notte siamo stati letteralmente mandati a casa sotto gli sguardi attoniti della gente in fila.

Ho aspettato una settimana a scrivervi unicamente perchè solo ieri, dopo essermi lamentata di questa città, aver chiesto in giro e essermi informata su internet (non esiste nessuna iscrizione on-line), ho capito cos'era successo.
Il mio amico è gay sì, e non lo nasconde, quel giorno si era anche messo un po' di matita intorno agli occhi. 
Continuo a sperare in un fraintendimento, ma vorrei un parere su quello che è successo.
Non voglio lasciare che questa storia cada nel dimenticatoio!
Grazie per l'attenzione,

Azzurra Chirico"
Se il circolo in questione vorrà ribattere, ed eventualmente dichiarare che non ha alcun problema ad accogliere persone gay visibili e con un po' di matita attorno agli occhi (cosa che ci auguriamo), noi siamo qui pronti a pubblicare la sua risposta.

Detto questo la missiva che ci è arrivata offre molti spunti interessanti.
Il primo è che, pur essendo noi a conoscenza di vari casi di discriminazione in questa città, questa è la prima e-mail che abbiamo avuto l'autorizzazione di pubblicare e non arriva dal diretto interessato, ma da una sua amica.
E questo sembra confermare che, generalmente, chi rimane vittima di omofobia dalle nostre parti preferisce ancora ingoiare il rospo, lasciar perdere o reagire chiudendosi a riccio. E questo non va affatto bene.
Quest'anno la nostra associazione festeggia i suoi primi dieci anni sul territorio, e con un certo rammarico dobbiamo ammettere che la tendenza generale delle persone gay e lesbiche di questa città è ancora molto simile a quella di dieci anni fa: ognuno per sè e dio per tutti. E se ci sono episodi di omofobia e discriminazione, se si vive ancora nella paura di essere scoperti e nei ricatti morali di famiglie intransigenti, la tendenza è comunque quella di non affrontare il problema, preferendo affogare i dispiaceri confidandosi con qualche amico, lasciando perdere Piacenza e concentrando la propria vita sociale in altre città, magari sperando di potersene andare definitivamente il più in fretta possibile.
Magari confinando la propria vita gay al solo ambito privato e separandola dalla sua vita di tutti i giorni.
Ognuno nella sua vita è libero di fare come meglio crede, ovviamente, ma ci sentiamo di dire che finchè la gente che subisce atti di omofobia continuerà a pensare che "lasciar perdere" o fare finta di niente sia la cosa migliore, magari per paura di peggiorare la sua situazione, le cose non cambieranno.
E probabilmente la qualità della sua vita non migliorerà, anche se si illude del contrario ogni volta che "stacca" temporaneamente, vedendosi con la sua comitiva gay o con il suo partner, magari sfogandosi a Milano o altrove (dove peraltro il rischio di subire atti di omofobia c'è comunque).
In questa città ci siamo noi (con psicologa e consulto legale, con iniziative culturali il martedì e con un circolo ricreativo il venerdì... Senza contare i progetti che stiamo portando avanti con la rete RE.A.DY.), l'AGEDO, Famiglie Arcobaleno e uno sportello anti discriminazione alla CGIL... Eppure vediamo che da queste parti impera ancora la peggio mentalità provinciale, e tante persone nemmeno provano ad avvicinarsi a noi. E ancora non abbiamo capito in che misura è per la paura di compromettersi e in che misura è per il fatto che la nostra presenza gli ricorda che c'è un mondo reale, al di fuori della bolla più o meno felice in cui si autoconfinano...
Vorremmo ricordare a chi ha un po' di sale in zucca che lavorare insieme per cambiare le cose è possibile, e che le cose da sole non cambiano. 
Noi siamo qui, nel caso.

NB. Il Circolo Boeri ha confermato che ora le sue iscrizioni devono essere fatte prima online.

sabato 22 febbraio 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e a tutte.
La nostra nuova volontaria Marta ci propone una serata di approfondimento su uno dei più grandi artisti omosessuali dello scorso secolo: Andy Warhol...
L'appuntamento è per martedì 25 febbraio alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.
Non mancate!

martedì 11 febbraio 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e a tutte.
Segnaliamo che sabato 15 febbraio, alle ore 17,30, presso il Salone Mandela in Via XXIV Maggio a Piacenza si terrà un interessante incontro con dibattito aperto sul tema del femminicidio e della volenza di genere. Interverrà anche la giornalista Loredana Lipperini (autrice dello storico saggio ANCORA DALLA PARTE DELLE BAMBINE). Ci sentiamo di consigliarlo perchè riguarda una problematica che - purtroppo - trova le sue radici nella stessa mentalità maschilista e retrograda che è alla base dell'omofobia.

venerdì 7 febbraio 2014

APPUNTAMENTO

L’offerta della TV italiana si è ampliata a dismisura, ma è sempre più difficile trovare il modo di scoprire qualcosa di davvero stimolante in una programmazione che fa del trash e della superficialità il suo punto di forza. In particolare quando si arriva a parlare di omosessualità. Eppure se si cerca con attenzione possono esserci delle sorprese, anche se di solito arrivano ad orari improponibili e passano praticamente inosservate. Tuttavia ci sembrava corretto mettere in evidenza che i contenuti della TV possono essere anche altri rispetto a quelli a cui ci siamo abituati quando si parla di argomenti come la comunità LGBT, le famiglie omogenitoriali e la percezione dell'omosessualità fra i giovani. Così abbiamo selezionato un po' di questo materiale dalla programamzione televisiva recente, per mettere insieme una serata all'insegna dell'approfondimento intelligente sulle tematiche LGBT, nella speranza che questa idea, presto o tardi, possa arrivare anche ai dirigenti dei palinsesti televisivi veri.
NON MANCATE.
L'appuntamento è per martedì 11 febbraio alle ore 21.00 presso SPAZIO 4 in Via Manzoni 21  a Piacenza.

venerdì 24 gennaio 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e ciao a tutte.
I nostri incontri di approfondimento a SPAZIO 4 proseguono affrontando un argomento molto dibattuto anche nella comunità LGBT, ovvero il rapporto fra outing e coming out. Dichiararsi è sempre necessario? Smascherare chi non vuole dichiararsi è lecito e/o legale? Quale ruolo può avere il coming out di un personaggio famoso nella percezione dell'omosessualità? E il suo modo di gestire un eventuale outing? Di questo e molto altro ancora parleremo in una serata dedicata che speriamo possa offrirvi molti spunti inediti...
L'appuntamento è alle ore 21.00 di martedì 28 gennaio presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.

venerdì 10 gennaio 2014

APPUNTAMENTO

Ciao a tutti e a tutte.
Col nuovo anno riprendono (finalmente) anche i nostri appuntamenti dedicati all'approfondimento. Per cominciare ci collegheremo ad alcuni fatti di cronaca. Anche se in Italia il concetto di capitale è un po' vago, e ogni città è un piccolo feudo, non dobbiamo dimenticarci che Roma rappresenta un po' il nostro paese e le sue contraddizioni, e il fatto che la comunità LGBT romana balzi spesso agli onori della cronaca per episodi drammatici e inquietanti suscita qualche domanda, anche perchè - generalmente - nel resto d'Europa le città capitali sono quelle in cui la comunità LGBT ha le condizioni di vita migliori. Per parlare al meglio di questo argomento avremo in collegamento telefonico Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, e A.G., un ragazzo gay che si è trasferito a Roma da cinque anni e che abitava nello stesso stabile del ragazzo gay che recentemente è stato ucciso a due passi da casa. Sarà un'occasione per confrontare vari punti di vista e conoscere meglio la nazione in cui viviamo.
L'appuntamento è per martedì 14 gennaio alle ore 21.00 presso SPAZIO 4, in Via Manzoni 21 a Piacenza.

IMPORTANTE: 
poichè la serata sarà incentrata su due dirette telefoniche decliniamo ogni responsabilità nel caso di imprevisti tecnici e/o di altro tipo legati alle persone che abbiamo voluto coinvolgere.