NEWSLETTER!

Inserisci qui sotto la tua e-mail e sarai sempre aggiornato sulle nostre iniziative!

Inserisci QUI SOTTO la tua e-mail e riceverai tutti i nostri aggiornamenti!

lunedì 29 settembre 2008

LA SEGNALAZIONE DI OGGI

Ciao a tutti e a tutte.
Alcune comunicazioni di servizio: riprende il nostro appuntamento domenicale con Itaca, il nostro gruppo di counseling gestito dal nostro prode counselor Cristiano, regolarmente accreditato ed estremamente professionale. Gli appuntamenti, che vi ricordo vi sono offerti gratuitamente, si effettuano la domenica alle 15,45 in Strada Malchioda 39 a Piacenza. Ecco il calendario da qui alla fine dell'anno:
  • Ottobre : 5, 12, 19, 26
  • Novembre : 9, 23, 30
  • Dicembre : 14
Nel frattempo vi informo anche che se avete meno di 30 anni e siete interessati a partecipare alla promozione di un gruppo giovani nella nostra associazione, si sta costituendo un mini comitato promotore, che sta organizzando una serie di incontri preliminari per conoscere le persone interessate, per decidere che attività portare avanti e soprattutto per raccogliere idee. Anche questa settimana il gruppetto promotore si ritroverà un paio di volte, anche per presentare le sue idee nelle nostre riunioni del giovedì, e se siete interessati potete contattarci per maggiori informazioni all'e-mail piacenza@arcigay.it e vi daremo i recapiti telefonici del caso.
Ciao e a presto.

venerdì 26 settembre 2008

REPORT

Come previsto ieri sera siamo riusciti a proiettare Improvvisamente l'inverno scorso
facendolo precedere da una piccola introduzione tenuta dal sottoscritto e dal nostro baldo consigliere Domenico (che ha dimostrato che i 110 e lode all'università significano ancora qualcosa). Chiedo pubblicamente scusa per le papere e gli impappinamenti che hanno accompagnato il mio discorso, ma parlare alle platee mi ha sempre messo a disagio, e inoltre questa presentazione era stata rimessa insieme di fretta e di furia perchè il computer su cui avevamo preparato tutto per bene si è letteralmente fracassato pochi minuti prima dell'evento (e imprudentemente non avevamo salvato niente!), e la cosa mi aveva leggermente traumatizzato. Detto questo ringraziamo tutte le persone che hanno praticamente riempito la sala, ringraziamo il Comune che ci ha dato questa possibilità e ringraziamo anche il brillante giurista Francesco Bilotta che ha fatto un altrettanto brillante intervento alla fine della proiezione. Ovviamente se non siete abituali frequentatori di questa associazione e avete trovato stimolante questo intervento siete invitati a testarci anche durante le nostre classiche serate aperte del giovedì (alle 21,30 in Strada Malchioda 39). Così, se non altro, avrete modo di ricredervi sulle facoltà dialettiche del sottoscritto. Qui di seguito una foto tratta dal quotidiano Libertà scattata ieri (e in cui sono venuto discretamente male, quindi prima di pensare che il presidente dell'arcigay abbia un nonsochè di horrorifico vi prego di concedermi il beneficio del dubbio). Sperando che presto avremo la possibilità di offrire altre iniziative aperte alla città vi saluto.

lunedì 22 settembre 2008

PRO MEMORIA

Ricordo a tutti gli interessati e le interessate che giovedì 25 settembre è una data da ricordare per due motivi. Scade il termine utile per iscriversi al nostro laboratorio teatrale e - soprattutto - alle 21,00 nella Chiesa di S.Ilario a Piacenza (in Via Garibaldi, a due passi dalla centralissima Piazza Cavalli) presenteremo e offriremo al nostro gentile pubblico lo strafamosissimo documentario Improvvisamente l'inverno scorso nell'ambito del primo Festival del Diritto che si tiene nella nostra città (tra l'altro noi animeremo proprio la serata inaugurale). Se qualcuno non sapesse ancora di cosa stiamo parlando qui di seguito vi riproponiamo il trailer.

Mi raccomando accorete numerosi, perchè si tratterà di un'occasione più unica che rara per la nostra città.

REPORT

Ciao a tutti e a tutte. Lo scorso week-end si è tenuto a Bologna il Consiglio nazionale di Arcigay, accompagnato dal primo workshop di ArcigayNet. In parole molto povere: nel Consiglio Nazionale si discutono e si approvano le linee programmatiche dell'associazione, viene convocat con una certa regolarità ed è un po' il motore dell'associazione. Il progetto ArcigayNet, invece, è stato finanziato dal fu Ministero per le politiche sociali, e serve a munire tutti i comitati di uno stesso sistema informatico di base, che serve soprattutto per rendere più efficente e scorrevole il sistema di tesseramento e tutto quanto ha a che fare con esso. Ci hanno anche fornito un portatile per il tesseramento e una stampante per le ricevute. Da gennaio il sistema dovrebbe subire ulteriori perfezionamenti. Nel frattempo ci impegneremo a prendere familiarità col sistema corrente. Per quel che riguarda le linee programammatiche gli ordini del giorno che sono stati votati pressochè all'unanimità sono, molto in sintesi, i seguenti:
  • La decisione di elaborare un regolamento di ridistribuzione delle risorse dell'associazione nazionale ai comitati locali.
  • Progettare migliori sistemi di interazione con i locali affiliati per la promozione del sesso sicuro e, nei limiti del possibile, per offrire degli stimoli e delle iniziative meno contingenti.
  • Il miglioramento delle campagne di prevenzione HIV gestite dall'associazione e lo stanziamento di fondi per l'aquisto di preservativi e lubrificante da distribuire, nonchè per la realizzazione di materiale informativo.
  • Le linee guida per il documento che accompagnerà il Pride promosso da arcigay a Genova la prossima estate (di cui ovviamente si riparlerà a tempo debito).
E' sempre bello vedere che a questi Consigli Nazionali arrivano i rappresentanti dai comitati di tutta Italia, per offrire il loro supporto e il loro contributo, e spero veramente che d'ora in poi anche noi potremo organizzare eventi e collaborazioni sempre più trasversali. Ovviamente vi terremo aggiornati al riguardo.

martedì 16 settembre 2008

PRESENTAZIONE

Ecco il resoconto della nostra presentazione dal quotidiano Libertà di oggi.

Se la teatralità è conoscenza
Antoniozzi ha presentato al Baciccia il suo laboratorio

piacenza - Tra sociabilità e teatro Angelo Antoniozzi domanda ai piacentini: "Chi è in scena?". Così si intitola il suo laboratorio teatrale, nato da un progetto delle associazioni Arcigay Piacenza L'Atomo e Minuendo con il contributo del Comune di Piacenza e presentato alla cittadinanza al Baciccia: in scena in effetti va uno spazio attivo e vitale, un'opportunità per ripensare ad una diversità intesa innanzitutto come risorsa.
E' per questo che il laboratorio si rivolge davvero a tutti: l'obiettivo è chiaro, ad essere formati non saranno degli attori, ma un gruppo compatto, da cui possano emergere le potenzialità teatrali di ognuno.
"Condivisione di fini ed esercizi di training teatrale" ha spiegato Antoniozzi durante la presentazione che ha visto anche la partecipazione di Valeriano Scassa ed Emanuela Perini, presidenti delle associazioni patrocinanti, "sono questi gli ingredienti di un lavoro che verterà essenzialmente sui vissuti e sulle esperienze dei partecipanti": da qui nasce "un testo a più mani", un elaborato collettivo che sarà alla base di una sceneggiatura scritta dallo stesso Antoniozzi e rappresentata la prossima primavera al teatro San Matteo.
Protagonista del progetto è dunque una performance da costruire, un autentico work in progress per un teatro che abbandona la tradizione: alle spalle esperienze nel teatro tra scuola e carcere, Antoniozzi ne è maestro e artefice: la ricerca vana e fine a s� stessa viene abbandonata a favore di un rapporto più diretto con un pubblico che è prima di tutto interlocutore.
Ed allora il laboratorio che nasce mescola originalità ed innovazione: certo può essere un corso propedeutico che insegna a modulare la voce e a stare in scena, relazionarsi in modo nuovo e memorizzare battute. Ma è soprattutto il tassello di un progetto artistico e culturale che Minuendo porta avanti "fin dalla sua nascita, pochi mesi fa" spiega la presidentessa Perini; "un corso di espressività teatrale che valorizzi le competenze dei soci e non solo, soprattutto un'occasione di conoscenza reciproca" l'ha definito il presidente Scassa, che con l'associazione sarà anche presente il 25 settembre nell'ambito del Festival del Diritto con la proiezione del documentario Improvvisamente l'inverno scorso.
Soddisfatti sono anche i soci Domenico Alfarone e Maurizio Rivioli nell'evidenziare "la valenza di un progetto basato sul confronto e sulla collaborazione".
Le iscrizioni (25 euro al mese per i tesserati, 40 euro al mese per i non tesserati) possono effettuarsi a piacenza@arcigay.it o minuendo@alice.it oppure al 348 0377807 dalle 17 alle 20 fino al 25 settembre: il laboratorio si terrà ogni venerdì sera dalle 20.30 alle 23.30 in via Sacconi 30 da ottobre ad aprile.
bet. par.



16/09/2008

mercoledì 10 settembre 2008

NEWS

Domani alle ore 21,30 presso il Caffè Letterario Baciccia in Via Dionigi Carli 7 a Piacenza presenteremo il nostro laboratorio teatrale. Accorrete numerosi!

martedì 9 settembre 2008

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

Ciao a tutti e a tutte!
A quanto pare è ormai certo che giovedì 25 settembre, alle 21 circa, presso la chiesa di S.Ilario a Piacenza avremo modo di proiettare il bel documentario "Improvvisamente l'inverno scorso", dedicato alla mancata approvazione dei DICO nel nostro paese. Forse vi stupirà sapere che Renzo Ragazzi, il padre di uno dei due ragazzi autori di questo documentario aveva partecipato, nel 1969, alla realizzazione di un film a episodi, e il suo cortometraggio parlava di come si discuteva delle unioni civili in Danimarca già quarant'anni fa. Il suddetto episodio è disponibile a tutti grazie a youtube e... Beh... Giudicate voi se l'Italia di oggi è più o meno avanzata rispetto alla Danimarca del 1969. Per la cronaca: in Danimarca le Unioni Civili (o più precisamente le Registreret partnerskab) sono diventate una realtà dal 1989.

venerdì 5 settembre 2008

LA CURIOSITA' DI OGGI

Ciao a tutti e a tutte. Molto lentamente questo blog sta tornando in attività, e presto posso garantrvi che ne vedrete delle belle. Nel frattempo i quotidiani locali di Piacenza, ovvero La Libertà e La Cronaca hanno cominciato a parlare dei nostri progetti che partiranno questo autunno, ovvero un laboratorio di espressione teatrale che durerà sei mesi e che si dovrebbe concludere con uno spettacolo al teatro S.Matteo, e la nostra partecipazione al Festival del diritto di Piacenza, che animerà gli ultimi giorni di settembre...Vedendoci protagonisti giovedì 25. Come era prevedibile negli articoli che hanno accennato alle nostre iniziative qualche giornalista ha voluto velatamente polemizzare sul fatto che il Comune di Piacenza per il nostro laboratorio teatrale stanzierà oltre 1500 euro di denaro pubblico. Non so perchè, ma oggi mi è venuto in mente di fare una piccola ricerca su internet per verificare se anche i nostri amatissimi quotidiani locali usufruissero dei famigerati finanziamenti pubblici per la stampa... E dopo un po' di ricerche ho scoperto che questa informazione è di dominio pubblico sul sito del Governo Italiano, e più precisamente nella pagina http://www.governo.it/Presidenza/DIE/dossier/contributi_editoria_2006/stampa.html dove sono elencati gli ultimi contributi resi pubblici, quelli appunto del 2006. Ebbene... Cercando fra le varie sezioni non ho trovato dati di contributi dati alla Libertà (se voi siete più bravi di me a destreggiarvi in questi documenti sarò ben felice se mi erudirete al riguardo), ma in compenso ho scoperto che il Nuovo Giornale, il quotidiano della diocesi di Piacenza Bobbio ha ottenuto ben 45.110 euro. Tuttavia la vera sorpresa è stata La Cronaca, che - a meno che non si tratti di un caso di omonimia - nell'anno 2006 avrebbe incassato qualcosa come 2.920.671 di euro di contributi statali. Sei miliardi di vecchie lire. Ho provato a cercare altri quotidiani italiani che si chiamassero La Cronaca, ma non ne ho trovati, quindi sono portato a pensare che sia proprio la nostra La Cronaca...La stessa che polemizza per i 1500 euro che il Comune stanzierà per il nostro laboratorio teatrale.